lunedì

imprevisti giardinicoli

sono finalmente arrivata a casa e a giardino ALLAU. La casa è ancora una casa mentre il giardino è un'ammasso informe di forme vegetali indesiderate, quasi seccate dal potente sole sardo.
Ma inaspettatamente, a parte un lungo momento di scoramento, in cui ho pensato seriamente di lasciar perdere per sempre ogni velleità giardiniera, non è stata questa la cosa più importante della mia prima giornata sarda. Anche l'acqua che se ne infischia della pompa di tiraggio e quindi non esce dal rubinetto mi ha disturbata pochissimo.
E' stata la salute di Violetta ad avermi colpita molto! Violetta è la gattina nera selvatica come una volpe, che mi prende le misure da tre anni, giungendo l'estate scorsa a farsi dare la prima microscopica e fulminea carezza. Un rapporto lungo tre anni, fatto da diffidenze animali progressivamente ridotte, senza nulla chiedere nè pretendere.
Oggi mi ha sorpresa: non solo era già qui, ma alla mia vista, si è profusa in rumorose fusa, interrotte poi da penosi e strani colpi di tosse.
Mi ha preoccupata moltissimo: troppo affettuosa, e troppo rumorosa ... e così stasera mi sento stranamente malinconica !

Imprevisti sardi

ps Renato invece, il fratello furbo di Violetta, detto anche "gatto rosso", sta benissimo, è solo tremendamente magro e un pò troppo sporco.

Nessun commento

Posta un commento

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© R.S.
Maira Gall