venerdì

ti presento Allau



Allau è il nome del mio "giardino" sardo: per descriverlo, devo sommariamente distinguerlo in tre parti.


La prima è pianeggiante, composta da terra sabbiosa e fertile, che in passato è stata coltivata, e recentemente è stata un campo di patate e di cipolle. Diciamo che la "zona orto" al momento si presenta più o meno così:

La parte che più assomiglia ad un giardino è il piccolo spazio antistante la casa: è qui che passo la maggior parte del mio tempo giardinicolo



e poi c'è tutto il resto. 

Una collina di macchia mediterranea che c'era ben prima di me, e che ho il compito di amare e forse tutelare




e di macchia mediterranea, dentro e fuori Allau, mi interesserò a lungo. Verosimilmente !


7 commenti

  1. Un vero paradiso mediterraneo!
    Ho visto una gabbietta bianca nella quarta foto...che te ne fai?
    L'orto graminaceo mi piace tanto!

    RispondiElimina
  2. Ancora una cosa...
    Ogni volta che torno da un viaggio in Sardegna, mi rimane il desiderio di una casetta lì, con giardino ovviamente.
    Per qualche settimana poi mi ritrovo a pensare cosa farei in quell'ipotetico giardino, pensieri oziosi, che si basano solo su fantasie...
    Sempre però immagino che lascerei fare alla natura e che io starei solo a guardare (fantasia sempre più assurda...impossibile per me stare a guardare senza mettere mano!!!)
    In queste mie fantasie ricorrono sempre alcune piante viste in Sardegna e che mi piacciono tantissimo.
    Se prometti di non ridere, ti dico quali sono...promesso?
    Un tappeto di Carpobrotus acinaciformis, cespugli di Euphorbia dendroides e E. characias e per finire tante Ferula!
    Ricordati che hai promesso di non ridere e soprattutto ricordati che sono una giardiniera di città, affascinata da tutto ciò che è spontaneo e un po' selvaggio :-D
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non solo NON rido, ma ho preso appunti! ;) Sei una giardiniera preziosa!

      Elimina
  3. Perfettamente d'accordo, la macchia mediterranea la devi guardare e tutelare...magari dagli incendi, sono frequenti lì? Ok, la gabbietta non l'avevo vista però il cartello sì, che c'è scritto? E che panorama!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sul cartello c'è scritto "coltivo meglio di come cucino" ed è un sottile regalo di mio marito, capito l'antifona?Nella gabbia ... ve lo dico in un prossimo post. Incendi? Qui pochissimi, siamo a poca distanza da una pattuglia fissa di forestali. Ma ce ne sono stati 2 in zona tremendi gli anni scorsi, uno doloso, l'altro no.
      Complimenti per l'occhi fino: avete visto 2 dettagli che solo due vere giardiniere raffinate avrebbero visto: un cartello simil identificativo e una gabbia per gli uccelli. Siete le mie preferitissime.

      Elimina
  4. che paradiso! prendi un'amaca, mettila in un posticino all'ombra ed ammira quello che c'è! what else? ...e se proprio non resisti con le mani in mano, traccia sentieri per passeggiarci dentro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai capito alla perfezione i miei progetti, i miei intenti i miei programmi, che sintetizzi come meglio non si potrebbe:) Mica male ...

      Elimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© R.S.
Maira Gall