domenica

Ecco dove stavate (semi di polygala myrtifolia)

Cambiare cambiare, mi tocca cambiare approccio giardinicolo, la siccità, la mia assenza ed il super caldo me lo impongono, e io mi adatto. Quel che amo del giardino è trovarci la vita, la vita della natura, quella che sta benissimo senza di me, presunta giardiniera, quella che resiste anche a sei mesi di siccità, quella che vive, non quella che fa sognare o che fa vantare. Da lì devo partire. Da lì riparto.
Comincio con la Polygala myrtifolia di cui ho già parlato, dunque non aggiungo altro, solo le foto del dettaglio floreale maturo, perché ho finalmente capito dove sono i semi, ben custoditi nei fiori ormai scoloriti, e pronti per la raccolta, proprio in questi giorni.


Valentina, me li avevi chiesti? Fammi sapere se ne vuoi qualcuno, io li sto raccogliendo ... (ma ne ho trovato molti di più di palma nana, interessa?)

3 commenti

  1. Laura grazie del pensiero e soprattutto per esserti ricordata ,io ho trovato questa pianta anche nel parco vicino casa mia ma piantine vicine non ne ho viste .se mi fai capire meglio dove trovo i semi evitiamo la spedizione :) Valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando i fiori cominciano a schiarirsi staccane uno, dentro trovi un contenitore composto da 4 pagine di petali i "incollati" a croce, fra le "pagine" ecco i semini, che sono quelli fotografato. Ti fotografo le micro piantine che dovresti trovare alla base di quelle adulte, sempre che solerti giardinieri non facciano pulizie maniacali, così guardi meglio la prossima volta che passi da lì.Se non li vedi non li riconosci. 👋🏼

      Elimina
  2. Ok grazie. Ciao,valentina

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© R.S.
Maira Gall