sabato

La vigna di Leonardo

Questa è l'avvincente storia della piccola vigna che Ludovico il Moro regalo' nel 1498 a Leonardo Da Vinci che, anche mentre lavorava alla sua "Ultima cena", produceva vino. Voglio immaginarlo munito di zappa mentre attraversa il giardino della casa degli Atellani, cortigiani di Ludovico il Moro e rinomati festaioli di corte dell'epoca, per raggiungere la vigna di sua proprietà e riposare nella natura. La casa degli Atellani si trova in un edificio quattrocentesco che sta in Corso Magenta, una delle vie centrali più affascinanti di Milano. 
Corso Magenta è una strada di grande e piacevole transito, che tutti abbiamo percorso migliaia di volte per andare a scuola, al lavoro, alla libreria della natura, a visitare il cenacolo vinciano, Santa Maria delle Grazie o le conferenze al Palazzo delle Stelline. In questa prestigiosa via facevo la baby sitter in un appartamento talmente raffinato da lasciarmi incredula e disorientata. La casa degli Atellani di Corso Magenta 65 oggi si presenta parzialmente al pubblico pagante più o meno così:



E va bè ... poi si piega a destra e si arriva al giardino - di cui ignoravo assolutamente l'esistenza - e che oggi si presenta più o meno così:


Restaurato insieme alla casa nel 1922 dall'architetto milanese Piero Portaluppi, autore coltissimo e prolifico fondamentale nella storia della città, questo giardino porta alla vigna di Leonardo. 
Bruciata sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale, pareva irrimediabilmente perduta fino al 2004, anno in cui la facoltà di agraria cerca e trova, tracce di DNA nelle radici parzialmente sopravvissute nel sottosuolo, così lo identifica e lo riproduce.
Oggi tutto questo si presenta più o meno così:


E' uva "malvasia di Candia aromatica" e sarebbe la progenitrice della malvasia piacentina, oggi in produzione sui dolci colli di quelle zone ... PROSIT Leonardo!


5 commenti

  1. Adoro questi giardini antichi e le case che hanno una storia. Milano si riscopre sempre di più, l'ho lasciata tanto tempo fa e ne ho nostalgia. Buona Domenica Laura

    RispondiElimina
  2. L'ho scoperta mi pare su un numero di Gardenia. Un gioiellino.

    RispondiElimina
  3. Approdata qui di link in link ..
    Un saluto e un grazie ( mi chiedevo cosa fosse la Vigna di Leonardo avendo visto un po' di tempo fa la reclame )
    Buona domenica! :-)

    RispondiElimina
  4. Tutto magnifico. Ho sempre rimandato ad andarci. Ma prima o poi capiterà.

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© Rose semplici
Maira Gall