sabato

Il cavatappi del giardiniere

Dato che il maestrale si è portato via le serre con tutte le piantine, mi tocca riparare al danno subito andando in vivaio. Molto, ma molto più comodo, anche se meno avventuroso.


Ho preso queste belle piante che oltre ad essere adatte al clima di Allau, sono sufficientemente resistenti da sopportare, lo speriamo, le mie lunghissime assenze:
russelia equisetiformis
tulbaghia violacea
salvia tricolor
santoreggia
stipa tenuissima
festuca elijah blue


Ed ora, trovata la giusta posizione, faccio i buchi per l'impianto con questo bellissimo strumento: il "super cavatappi", che mi sono fatta prestare da A. e S., i miei vicini giardinieri. Il super cavatappi è questo:


Ma tu lo conoscevi? Per me è una novità assoluta.

6 commenti

  1. Anche io oggi ho fatto un giro al vivaio...e sono tornata a casa con un po' di piante, la seconda volta in 3 giorni!! Il "super cavatappi" non lo conoscevo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sembrerebbe proprio una crisi d'astinenza da vivaio. Un giorno ci racconti qualche cosa dei vivai svedesi?

      Elimina
  2. Nemmeno io conoscevo il super cavatappi, sono una giardiniera antica che lavora di zappa e paletta quando c'è da scavare o interrare :-D
    Carino anche il carrello del vivaio ma decisamente sottodimensionato per i miei acquisti abituali :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è mignon come tante altre cose qui (i cavallino della giara, gli asinelli ...)... non me ne vogliano ...

      Elimina
  3. Ciao, mai vista quella trivella manuale! Che violenza :D bellissime le piante poi! Mi fai venire voglia di fare compere! Un saluto e un augurio di buona piantagione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao a te, ti confermo che la trivella manuale è fenomenale!

      Elimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© Rose semplici
Maira Gall