mercoledì

I manuali non faranno letteratura MA ci servirebbero lo stesso. E in lingua italiana. Grazie, (una invettiva da blog)

Una delle COSE, (non PERSONE sia ben inteso, ma COSE), per cui vale la pena di stare a Milano, anzichè a GIARDINU ALLAU, è questa:
la libreria di piazza Piemonte ! Ottima, aggiornata e sempre interessante da visitare. Ha un solo neo, che non riguarda la libreria, ma forse tutta la cultura nostrana.

I libri di giardinaggio stanno al secondo piano, sulla destra, un pò nascosti ... come ho già detto.

Lo sanno tutti, i manuali in Italia, patria di Dante e del De Sanctis, NON sono letteratura, ma roba di serie B, con l'eccezione della recente ondata inarrestabile di quelli gastronomici, che sono tanti, ma chissà quanto considerati. 

Il giardinaggio tout court poi ... vabbè sappiamo di non essere attenti al gardening come gli inglesi, anche se, la nostra gloria storica ce l'avremmo eccome ! ( ci ricordiamo dei giardini all'italiana ? ) e non andrebbe ignorata così platealmente, come invece fa la nostra cultura.

Ma insomma vogliamo chiarire che non siamo tutti poeti, santi e marinai, colti, raffinati e letterati ?

Ma insomma, basta !!

Nel mondo anglosassone ho trovato manuali per costruire il muretto a secco, aggiustare la bicicletta, potare correttamente piante ed alberi (senza capitozzarli come fanno quasi tutti quanti da queste parti), assieme ad un'altra infinità di pubblicazioni divertenti per imparare a fare cose utili (evidentemente non nascono imparati da quelle parti, come invece accade a noi, popolo superiore e talvolta saccente).

Uffa. Ecco, l'ho detto, e ora mi sento più tranquilla.

Tu che ne pensi ?

10 commenti

  1. Ciao. La penso come te.Caterina De' Medici sposata in Francia, portò l'uso della forchetta e dei Giardini all'Italiana...forse di giardinaggio qualcosina ne sappiamo.
    Questi manuali, di tutto un po',con tavole disegnate e non foto, li trovo ai mercatini dell'usato dove
    compro manuali, spartiti, vecchie ( non antiche ) carte geografiche...insomma roba vecchia ; )
    Laura R

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Impressionante: ai mercatini compriamo le stesse cose.Compresi manuali impolverati, disegnati, vecchi, e talvolta proprio carini. Perchè non farne più. Perchè affidarsi ai tutor della rete? Secondo me questa editoria, forse, tirerebbe.O sbaglio? Io comprerei solo buoni manuali di giardinaggio.Dico BUONI, però.

      Elimina
    2. Il web è impagabile per l'opportunità immediata di conoscere. Se ti dico l'uso che ne faccio io di quei poveri manuali...forse mi prendi a calci e a male parole....te lo dico..no..non te lo dico...ma si...sarà quello che sarà :per i mercatini ne faccio sacchetti, scatoline origami, fiori, li cucio, li sgualcisco, li incollo...tutto all'infuori dell'uso che ne andrebbe fatto.Tutte ammirano i sacchetti: il packaging è importante.Ultimamente non disdegno i cataloghi delle mostre di pittura.
      Tu , per BUONI, intendi commestibili? ; )))
      Laura R

      Elimina
    3. Certo! Cos'altro sennò ?
      ;D

      Elimina
  2. Hai ragione da vendere! !!!Qui siamo molto saputi,ma poi se vai piu' in profondita' trovi il vuoto! !!!Anche io compro sulle bancarelle! Qualcosa lo leggo,qualcosa diventa una ghirlanda.....pero' sempre li uso.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto! Sono d'accordo con te, che peraltro sei d'accordo con me :)

      Elimina
  3. Quel saputone del mio ex giardiniere rovino'il melograno con una potatura disastrosa e quando gli chiesi il perché mi rispose:"signora non vi preoccupate state in mano alla 'arte".Il melograno per due anni non ha fatto frutti.In testa gliela dovevo dare l 'arte.Presuntuoso.valentina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ossignurr. Si Valentina, in testa glielo dovevi dare !

      Elimina
  4. tempo addietro sono stato in quella feltrinelli senza comprare nulla. ero in anticipo di mezzora per un aperitivo e chi doveva arrivare aveva mezz'ora di ritardo. insomma, un'ora alla feltrinelli a leggere a sbafo.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)
      alla feltrinelli non si dice a sbafo, ma si legge in compagnia

      Elimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© R.S.
Maira Gall