giovedì

Naturisti metropolitani nel parco delle cave

I primi che vidi pochi anni fa mi scandalizzarono, ora invece mi sono abituata: nel parco dietro casa compaiono assieme ai primi soli, adulti in costume da bagno, ma anche in mutande e reggiseno, e addirittura bambini che fanno il bagno nel laghetto di Oscar e Fiammetta


Non sono più scandalizzata, è vero, ma la cosa continua a suonarmi strana, eccessiva e fuori luogo.
Penso che questo sia un chiaro segno dei tempi che cambiano: c'è meno formalismo, minor idea del pudore, e forse anche più crisi economica: se vuoi prendere il sole, o fai così oppure niente, quindi meglio fare così.
Anni fa chi si fosse spogliato in un parco cittadino poteva essere denunciato per atti osceni in luogo pubblico, che forse è pure troppo, mentre in questi fine settimana di quasi estate, incontro tanti gruppi di naturisti metropolitani.
Anch'io vorrei godermi questo primo sole sulla pelle, ma non posso, perchè sarei troppo imbarazzata. 

3 commenti

  1. La prima volta che scovai questi naturisti fu 30 anni fa in Inghilterra mi sembrò stano,ora sorrido(qui se ne vedono pochi perché le spiagge sono a portata di mano) Valentina

    RispondiElimina
  2. Mi sembra un bel modo per rilassarsi un po'!

    RispondiElimina
  3. Anche qui non si fanno problemi, tutti mezzi nudi al parco cittadino al primo raggio di sole anche con temperature per me improbabili. Io no! A proposito di temperature, ieri erano 12 gradi e una mia collega si è presentata al lavoro in sandali, pantaloni di lino e canottiera!! Qui ormai è estate :-).

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© R.S.
Maira Gall