lunedì

Rose complicate


Prima di tutto sono innamorata della ruvida macchia mediterranea spontanea, poi le rose sono spesso legate ad una ricca casta - parlo di danaro - escludente per sua natura, allora io alzo le mie barriere difensive e me ne vado altrove.


Al tempo stesso so di sbagliare quando i pregiudizi prevalgono sulla realtà. Insomma le rose mi piacciono molto, ma le ignoro, sdegnata davanti alla loro femminea bellezza (troppo femminili per una amante della zappa quale son io?) ed indifferente al loro svenevole profumo, dato che io non posso sentire gli odori.


La faccio breve o continuo a parlare del sentimento "vorrei ma non posso" ed "odi et amo" ? La faccio breve! Dopo la bella visita al roseto Garlant Fabiani ho letto questo delizioso libretto consigliatomi da Eleonora Garlant:


Andrea di Robilant "SULLE TRACCE DI UNA ROSA PERDUTA" Uno scrittore. Un fiore misterioso. Un viaggio tra storia e giardini. Il Corbaccio 2014-


E mi è piaciuto molto. Vabbè, ho visti confermati molti pregiudizi sulla natura profondamente classista del mondo dei collezionisti di rose, ma in compenso ne ho potuto smentire tanti altri.


Ad esempio: non tutti gli adoratori della specie han la puzza sotto il naso, non tutte le rose sono odiosamente azzimate e terribilmente deliziose, non tutto il mondo nobile che insegue rose in giro per il mondo è vacuo ed irrimediabilmente vanitoso.

E dopo queste scoperte, quasi quasi comincio a cercare rose per giardino Allau, di quelle che si arrampichino sugli ulivi. Tu ne conosci che stanno bene su terra sabbiosa sotto il sole sardo?

3 commenti

  1. Potresti prova con la selvatica rosa canina,ad Ischia sono di casa e li fa caldo assai.valentina

    RispondiElimina
  2. Grazie Valentina, da qualcosa si deve pur cominciare !

    RispondiElimina
  3. Ne vidi una rossa, dal fiore semplice come una rosa canina, piantata ai piedi di un ulivo, precisamente al giardino dell'Iris a Firenze, piazzale Michelangelo. Deliziosa. Era ancora piccola ma già festonava bene l'annoso compagno grigio.

    RispondiElimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© Rose semplici
Maira Gall