29/09/19

due passi due

Mi trovo spesso a contemplare l'indifferenza della natura o la visionaria partecipazione umana ad essa. Questi per me sono mesi difficili, ma due passi - due - nel parco dietro casa, offrono sempre, e comunque, il pieno di colori. Ed io amo i colori.

9 commenti

  1. Risposte
    1. Hai buon occhio. Peccato che io non senta gli odori.

      Elimina
    2. Un vero peccato. Ma i gusti li senti? Come per dire quello del basilico?

      Elimina
    3. Quelli li sento, so che è strano, gusto e olfatto sono strettamente e funzionalmente collegati. Probabilmente non ho un palato sopraffino ma posso godere della buona cucina. Che peraltro è una vera passione (mangiare non cucinare)

      Elimina
  2. In periodi difficili una camminata e dei fiori colorati fanno sembre bene. Un abbraccio Laura.

    RispondiElimina
  3. Se puoi compra delle piantine ricche di colori da tenere vicino, con me hanno funzionato nel darmi una piccola carica nei giorni tristi. Un bacio Laura

    RispondiElimina
  4. Mi ha molto colpito l'incipit del tuo post: "l'indifferenza della natura o la visionaria partecipazione umana ad essa". Sull'indifferenza della natura sento di poter concordare ma sulla umana visionarietà credo di avere molti dubbi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio, anche io ho ancora dubbi a riguardo, non ho mica capito bene come sta la cosa. È complicata. Cambio idea spesso, soprattutto in relazione agli Stati d'animo

      Elimina

Cosa ne pensi? Dillo qui !

© HUMUS
Maira Gall